top of page

Sebastiano Silvestri: l'aeromodellismo secondo me

Abbiamo incontrato Sebastiano Silvestri. Ecco le domande a cui ha risposto per noi: 1) Lei è tra gli attori di primaria importanza dell'aeromodellismo rc in Italia, lo è stato prima sul piano agonistico ed ora le è rappresentando un conosciuto marchio di settore, la SebArt, come ha vissuto l'evoluzione del modellismo in questi anni?

2) Guardando al passato è innegabile che vi sia un lungo elenco di aziende produttrici, per lo più manifatturiere, spesso a gestione famigliare, italiane. Oggi, questo mondo sembra non esistere più. Quali sono secondo lei le cause di questo?

3) Tra le poche realtà italiane, seppur con sede a San Marino, vi è la SebArt. In che modo possiamo definirla, scegliendo tra produttore, importatore e/o distributore di prodotti?

4) Quali sono le realtà di mercato che secondo lei non hanno reso e non rendono possibile un modello di business basato sulla produzione manifatturiera italiana?

5) Quel'è la sua visione del futuro del settore?

6) Quali sono i piani della sua azienda per il futuro?

7) Il limite alle importazioni e le leggi stringenti in questo settore stanno limitando o promuovendo la sua attività?

8) Benito Bertolani ha detto che una delle cause della fine dell'aeromodellismo in Italia sono state le accese rivalità tra i concorrenti della F3A. Secondo lei, più genericamente, la rivalità sportiva è un bene o un male per il settore?

9) Secondo lei è vero che l'aeromodellismo ha smesso di appassionare o non ha saputo mettersi in linea con i canali di comunicazione scelti dai ragazzi, e dai quali recepiscono gli stimoli?


Ascolta il podcast con tutte le risposte dal vivo di Sebastiano Silvestri:



Vedi un po' di foto di Sebastiano Silvestri e dei suoi modelli in azione:

Nelle foto è in compagnia di Alessandro Panzanini, il nuovo campione italiano di acrobazia F3A. Nelle foto anche Cristian Selva, il nuovo campione di acrobazia di San Marino.


Comments


bottom of page